XXIV

Se il giorno finito,
se gli uccelli non cantano pi,
se il vento stanco si posa,
             stendi il pesante velo
             delle tenebre sopra di me,
come hai avvolto la terra
nella coltre del sonno
e hai chiuso teneramente
            i petali del fiore di loto
            che languono nell'imbrunire.

Dal viandante -
             la cui bisaccia vuota
             prima che il viaggio sia finito,
             le cui vesti sono stracciate
             e coperte di polvere,
             le cui forze sono esaurite -
allontana la vergogna e la miseria
e rinnova la sua vita come un fiore
sotto la coltre della tua
                                           tenera notte.